Questo uomo, un altro mostro, un’altra rottura di cazzo.

“Come in circolo, spesso si e’ condannati a ripetere gli stessi errori del passato”.
Non sono tanto i ricordi a far male, ma ciò che viene dopo, quando scopri  perché una persona non vuole stare più con te.

Nella tua stanza,al buio,cerchi di dar forma a disegni spontanei,e cerchi di metterci più amore possibile.

In questi momenti l’atto creativo diventa una spirale dolorosa.

L’amore che diventa non-comunicazione.Preso nella visione del tuo sogno assieme a lei, perdi di vista il fatto che magari  per lei ci siano problemi e considerazioni più’ vaste con cui venire a patti.  Eppure non puoi fare altro che essere l’insistente piazzista di un sogno  petulante, ormai decaduto al rango degli aspirapolvere smerciati porta a porta.

Bisogna avere il coraggio di volare via. Quello che e’ davvero importante ritorna sempre da te.

Ma questo è esattamente il coraggio che ti manca.
E dimentichi una cosa ancora piu’ fondamentale.

Quante volte lei ti ha detto  “ti voglio bene?”

Me  ne frego di quello che so fare. Non interessa a nessuno, perché per primo non interessa a me.  Posso agire, vivere, sognare,  sentirmi un fesso quando mi dici certe frasi, soltanto nel modo in cui sono abituato a fare.

.L’unica cosa che può appagare ogni passo, ogni sforzo,ogni muscolo che tendo per sopravvivere e’ l’affetto che puoi darmi.

Vorrei solo amare ed essere amato.

Cosa c’e che non va in me?

“Io non ti amo.”
Illudersi…questa folle ubriacatura. La persona che per te non sara’ mai un’estranea si libera della tua presenza come un cappotto dismesso, lasciandoti prigioniero di profumi artificiali, pareidolie e allucinazioni, stordimenti creati dal cervello per anestetizzare il senso di mancanza.

Ho sempre visto fantasia e realtà  come due aspetti legati strettamente…i sogni sono capaci di modificare il tessuto del reale perché ne costituiscono la progettualità. Ho sempre cercato di condividere questo mio mondo con le persone che ho amato.

Forse ciò  che sono realmente è  un’agglomerato  di illusioni incomprensibili.

Non sono vero, ma sfocato come un miraggio semisolido.

Cosa resta di me stesso?

Cosa resta di me?

Un sogno ha senso solo se ci credono più persone? Se ci credo solo io, diventa il vaniloquio di un folle?

“Salutate dunque,col suo tetro sorriso, il folle.  Stategli lontano perché non merita compassione, perché porta rovina agitando i suoi campanelli da appestato. Chi non e’ capace di tenere con se’ chi ama non e’ degno nemmeno dei respiri che gli regala Dio”.

Ora più che mai, vivo in un tempo preso a prestito.

Stupido, molle individuo. Rialzati.

Hai sbagliato, punto. Ma adesso hai rotto il cazzo. Punto, a capo.

Di cos’altro hai bisogno?

Perché lei era cosi’ importante?

Perché lo è ancora?

Perché?

Come funziona questo sciocco, folle, sentimento?

Perche’ sogno ancora di lei? Perche’ desidero i suoi abbracci e non ragionevolmente quelli di una persona più vicina?

Perche’ esiste questa cosa…questa sensazione MOSTRUOSA che ti prende?

Darei fuoco al mio stesso cuore.

Stupido

inetto

goffo

miserabile

E SIA!

Mostrati, luce del sole, disintegra ogni istante che mi e’ sembrato importante…distruggi la mia gioia, la mia felicità.

Banchettate con le mie carni vive, fantasmi dell’angoscia. Adesso diventa affascinante come vedere un’autopsia.

Vorrei guardare dentro lo specchio dei miei errori e tornare indietro, ma  pellicole ormai vecchie mi svelano quali sono i miei veri compagni, mi parlano dell’inutilità dei viaggi temporali.

Perché tanto ogni secondo è unico. Ogni conquista, ogni errore, può vivere solo una volta. Se torni indietro è già qualsiasi altra cosa.

Ci sono solo i momenti. Un’infinita galleria di momenti da consumare, senza chiedersi altro.

Annunci

3 thoughts on “Questo uomo, un altro mostro, un’altra rottura di cazzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...