Questa non e’ la mia vetrina.

Il mio mondo.
Tutto quello che ho da dare, da lasciare, da consumare.

Vedo ogni cosa dentro  il bianco che precede la parola.

Guardo le parole in fila sul foglio, l’ordine  che ho scelto per cavare un senso da questa notte.

Le cancello.

Poi esco.
Prendo tempo, lascio che la mente vaghi libera e mi perdo volutamente tra i vicoli che non conosco.

Dentro ogni porta  che sfioro c’e’ un corpo che si  contorce nel buio.

Dietro ogni chioma che tento di afferrare c’e’ uno specchio nel quale si riflette solo un’orrendo mostro.

I cocci infranti  esplodono e trafiggono i miei occhi.

Pianto rosso, senza fine.

Pensieri che bruciano.
linguaggio
che
si
spezza

Voglio
andare
via

Annunci

6 thoughts on “Questa non e’ la mia vetrina.

  1. orsarossa

    .linguaggio che spezza
    che mi/muta.
    ti trovo ora
    fioco tram.
    piu’ che un allegro carnevale e’ per me una triste epifania.
    ti trovo ora.
    mentre sto seriamente pensando di cancellare tutto il
    mio fottuto blog.
    che mi sta divorando.
    lo scrivo a te
    ora,
    come fossi in un’oscuro confessionale.

  2. chrisrain000

    non commento, visto che andrebbe in disappunto con il significato del blog, cmq PRESENTEEEE, e volendo potresti scrivere anche + piccolo, non sono ancora così cecato, ma forse fa tutto parte di un qualche stile futurista e non me ne rendo conto 😛 bye

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...