Dreams of the nursery 4

 

 

Tornato a Milazzo per il periodo delle vacanze, chiedo un po' in giro dove sia M. 
Mi si risponde che è diventata una che veste dark. A me pare di vederla da lontano e non ha nulla di dark.
Sembra piuttosto un incrocio tra Madonna quando faceva quei film anni 80' e qualcos'altro un po' indefinito.
La guardo passeggiare con un altro mio conoscente, un certo G. e mi vien voglia di andarla a trovare. Un suo amico stretto, membro della comitiva di dark che frequenta, si offre di accompagnarmi. Entriamo dentro una palazzina tutta buia. Saliamo con l'ascensore ma col buio non riusciamo a schiacciare il pulsante giusto. Ci ritroviamo quindi sul piano più alto, una specie di terrazzino pieno di gente, uguale in tutto e per tutto a un'angolo di strada qualsiasi con tanto di passanti. Il tizio che mi accompagna mi esorta ad andare a chiedere informazioni, per cui mi avvicino a un gruppetto di persone radunate a osservare qualcosa. Mi faccio largo e c'è un motorino ribaltato con il conducente ancora ben seduto sopra, ma decapitato. La sua testa, recisa con tutto il casco, rotola pochi metri più in là.

Poi non mi ricordo piu' niente,ma comunque credo di essermi voltato e aver ripreso l'ascensore.

Annunci

3 thoughts on “Dreams of the nursery 4

  1. Mousi

    Forse la memoria doveva interrompersi prima, davanti al capannello di gente. Anche se l’ignoto a volte può fare più male di una tragedia conosciuta.

    Un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...