Piccole iene

Tornano gli Afterhours,e le parole  sono un mare di lava che  che brucia tutto…

"…. non puoi scordare dove son state le tue labbra
sai già come sarà  ma non sai più chi sei.
la testa è così piena,
non riesci più a pensare che anche senza te
si possa ancora respirare.
quello che hai appena fatto
ti ha fatto stare meglio
ti uccide eppoi non vuol morire
ti uccidi ma non vuoi morire

fra piccole iene solo se conviene…
fra piccole iene solo se conviene…

la mia piccola iena
 solo se conviene…*

(Afterhours)

Il rock che si balla qui da noi al Crepuscolo.Diretto come una coltellata e ricamato di  suoni ancora piu’   psichedelici  e prog di "Quello che non c”e" .
Agnelli cavalca come sempre le musiche con la sua voce che gioca tra il roco e l’acuto, infiamma e poi gela con la maestria un po’ fighetta che conosciamo bene.
Tornano gli Afterhours come una pioggia che lava il passato.Eravamo solo io e la loro musica quando arrivai,tre anni fa,a Bologna.Mi hanno scaldato sussurrandomi desideri che non sapevo di avere e adesso tornano con tracce nuove,come le parole  brutali e sincere di un fratello maggiore che ti ordina di  alzarti e camminare nella neve anche se vorresti cedere al torpore.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...