Disappear

Piccolo come una goccia del mare
ma inquieto come l’acqua che sa di potersi sporcare
 vivi lento senza sapere che fare
 il sole e gli occhi che vorresti guardare
 come piccole stelle
 come piccole stelle
se il tuo respiro e’ rimpianto
se la tua voce e’ impastata dal  pianto
 e sia
non sei piu’ vero della sabbia
lasciati andare
 lasciati andare
lasciati andare
Piccolo
sporco
bugiardo
imperfetto
come una lama gia’ usata
 consumata per scopire a sangue
sopra ogni tuo difetto

non piu’ le fiamme purificatrici
solo
cicatrici

E quante altre maschere ti osserveranno
ti guarderanno senza sentirti
e poi le toccherai
come foglie morte
le catturerai

e cio’ che sei non corrisponde
a cio’ che vuoi
e le parole sanno essere lontane
da cio’ che sei

e’ un libro che si legge con parole al contrario
senza scappare,resti fermo dentro un secondo
arbitrario
che puo’ durare anche cento
mille
anni

L’idea che non sopporti
l’esilio che vuoi importi
(a chi vuoi che importi?)

"a volte sei in testa,
a volte resti indietro,
a volte resti indiesta,
a volte sei tetro…"

E il sole e l’aria e il vento e il mare
parole bianche che non riesci ad
afferrare
e poi resti a guardare gli altri giocare
come una foto sbiadita
nel salotto
pizzicando tra le dita
una chitarra rotta

"E vola vola vola vola vola

e vola vola vola palomba mia
ca jeu lu core meu te l’aggiu ddare
ca jeu lu core meu te l’aggiu ddare..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...