Il fiore che sboccia nel buio

Dedicato a tutti voi
Un bicchiere di Porto e gesti lenti.

Sulla collina degli orsi, non c’e’ bisogno di sorridere. Affrontano la sera con occhi piccoli.
Le vibrazioni della pelle sono l’unica musica. I desideri inconfessati, impossibili, rimasti a brillare contro il vento ostile del tempo, frantumati, fragili di cristallo accanto alle barriere della logica e del silenzio.

Stasera,
rinascono a nuova vita.

Si riscoprono più belli, migliori. Sono pronti ad ardere come legno vivo, regalando un sacrificio che spande buon odore.
Amate, amate, amate.
Col corpo. Con la vostra testa, ogni volta che siete lontani dalla destinazione del vostro amore riesumate nell’anima tutto l’amore che vorreste dargli, lasciate immaginare attorno a voi fiori di luce, piogge di canzoni.
Bufere, danze,
trascinanti,
sciolgano le vostre membra.

Amate.

“E’ semplice aria vuota, chiusa nel tuo pugno, ma solo se gli permetti di essere tale. Tu che volevi essere uomo, dovrai avere il coraggio di uccidere te stesso, morire ancora una volta fra le tue stesse lacrime acide. Non spogliarti dei tuoi ricordi, non spogliarti di cio’ che sei. I fantocci di pezza sposeranno l’oblio. Tu cresci nella luce. Rimani calmo, siediti tra i ricordi, se credi di aver scordato come si fa”.

Oh, la sapete una cosa buffa? Siamo in pieno Luglio ma stasera piove, il cielo sembra un bimbo scemo ma noi lo perdoniamo, perché se non avessimo avuto la forza di perdere lo sguardo nell’infinito, i sogni che dimentichiamo nella notte sarebbero solo vuote allucinazioni.

Da qualche parte,
nel vento di questi fogli,
un bacio per te.

Annunci

6 thoughts on “Il fiore che sboccia nel buio

  1. simichan

    mamma mia… meno male che marco è una talpa.
    a dirla tutta io stavo iscrivendomi a matematica, dopo il liceo. mi ha fermato soltanto la consapevolezza che la facoltà era troppo vicina alla mia città d’origine: sarei dovuta rimanere a vivere in famiglia…

  2. FiocoTram

    L’ho visto anch’io,in un giorno senza pioggia.
    Molto splatter,e questo mi piace.Per il resto e’ uguale alla Guerra dei Mondi originale,lo stesso fervore xenofobo verso gli alieni comunisti si e’ tramutato nella moderna psicosi di massa contro il terrorista alieno.C’e’ da dire che da vero bastardo Spielberg ci gioca su abbastanza bene e con guduriosi effetti speciali.
    Non c’entra nulla ma oggi nella facolta’ di matematica un tizio(sembra di Messina,come me) ha sparato alcuni colpi di pistola.
    Ha ucciso un ventiduenne.
    Durante l’esame di “Meccanica Razionale 2”.
    Per fortuna Marco non era nei paraggi(la facolta’ di Informatica sta proprio a Matematica)ma da vera talpa cecata stava nei sotterranei.
    Meno male che mi sono rivolto a studi umanistici,benedico la mia professoressa che mi metteva sempre due(d’altronde me lo meritavo,consegnavo il foglio in bianco condito da disegni tipo l’Uccello padulo e caricature varie).
    In ogni caso,ogni studioso di matematica e’ un po’ come un filosofo,e da vero filosofo credo sia normale che a un certo punto impazzisca.

  3. simichan

    anche qui stasera il cielo ha pianto.
    adoro le piogge estive…
    sono scesa dall’auto e ho alzato la faccia a raccogliere i grossi goccioloni d’acqua che mi picchiettavano il viso. Sensazione stupenda.

    ah… ho visto “La guerra dei mondi”.
    un bacio, Orso.

  4. Angela.

    Ciao Orso, per il bicchiere di porto niente da fare, sono astemia, ma quattro chiacchiere se vuoi le facciamo volentieri. Alla prossima.
    Una-scrittrice-appena-nata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...