Underground Submerge

Soffici note si spandevano come sale su un campo pieno di cenere.
Il contadino osservava
Scheletri di uccelli che si  infiammavano nel cielo tossico.
Lo Spaventapasseri giaceva in un angolo del terreno
senza alcun essere vivente da spaventare
a parte il proprietario del campo
E cosi’ la sua piccola mente di paglia
decise di provare a spaventare il suo stesso creatore.
Gli occhi del pupazzo di paglia cominciarono cosi’ a roteare ,trascinando tutto il mondo in una danza ubriaca.
Il Contadino  si infiammo’ di paura perdendo il contatto con tutti i suoi punti fermi.
Si aggrappo’  allora alla sua voce,tento’ di gettarla oltre le nuvole
ma oltre le nuvole non c’era nulla
nulla
lo spazio di cui gli parlava la sua infanzia
i vascelli d’acciaio a cavallo delle correnti
  erano troppo lontani
Qui,se le maschere dicevano di avere paura,
  bisognava avere paura.
Le fondamenta stesse del terreno iniziarono a turbinare come impazzite.
La vecchia Fattoria non  a resse a lungo ,e crollo’  in un mucchio di macerie.
Un cadavere sorse dalla terra,tenendosi assieme come puo’  con pezzi di ricordi
si avvicino’ al contadino  e
gli disse
"Destati dalle ombre e cessa di gridare
stolta progenie
inutile fantoccio
che guardi il mondo in rovina
Avvolgi tra le spire di un serpente pieno di spine il tuo cuore pesante e portalo in sacrificio agli dei
forse ti perdoneranno"
"E dove trovo gli dei?"chiede il Contadino.
"Lassu’!!!Nel cielo in fiamme!
No…aspetta un attimo.Forse gli dei del cielo sono troppo fuori portata per te,rozzo villico.
Dovrai dunque  venire con me,nelle viscere dell’inferno!"
risponde il cadavere,prendendo tra le sue mani scheletriche il Contadino.
Il Contadino sprofondo’ fra i vermi della terra umida.
Percorse caverne abitate da occhi luccicanti e bocche dal fiato venefico.
Si lascio ‘ lacerare nel buio da artigli  di bronzo,lasciando il dolore bruciante a dargli la forza
di scavare e scavare e scavare.

Annunci

3 thoughts on “Underground Submerge

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...