X K A Y P

…la colpa si divide, c’e’ chi sbaglia nell’esprimersi e c’e’ chi sbaglia nel voler tradurre(tradire?) a tutti i costi. Diamoci un buffetto a vicenda e ricominciamo da capo. Ah,vai dall’altra parte?Beh,per fortuna che hanno inventato il Futuro che ammazza i momenti belli facendoli passare dal pianto alla poesia, per poi dargli il colpo di grazia con il  sorriso sognante e raggrinzito,perche’ tanto tutto scorre ed e’ bene abituarsi alla solitudine.
Con tutto quello che abbiamo da fare cercando di inventare bugie per scappare alle verita’ lasciate troppo tempo essiccare alla finestra  un Presente ciclico sarebbe troppo doloroso,ci costringerebbe a pensare di piu’.Ma ricorda, c’e’ un nazismo molto piu’ sottile anche se  ugualmente  totalitario, un arbitrio di se’ stessi che e’ in se’ una punizione impietosa verso l’esterno.
L’arbitrio del silenzio.

Annunci

9 thoughts on “X K A Y P

  1. FiocoTram

    *__*
    Da domani non parlero’ piu’ male della termodinamica.

    Bel racconto,e ricorda:contro le potenze della fisica non c’e’ davvero nulla da fare.
    Anche la mano col fazzolettino e’ una potenza della fisica, quando agisce non ti consola, al massimo puo’ sorprenderti come una mela sulla testa. Incacchiato per il dolore ti rialzi,massaggiandoti il bernoccolo,ma comunque ti rialzi.
    E soprattutto,e’ quando si smette di prendersi terribilmente sul serio che si diventa tragicamente e irrimediabilmente adulti.

  2. utente anonimo

    Un fazzoletto bianco
    Mi raccontò di come, qualche sera fà, si ubriacò da solo in un pub, per non far vedere al mondo la sua sbronza triste, per non far ridere il mondo di lui e soprattutto per non doversi sforzare di mantenersi sobrio davanti al mondo. Mi raccontò tutto questo via chat, con le solite parole buie di chi non si sà mai se si sta prendendo troppo sul serio o ti sta pigliando decisamente per il culo. In effetti le parole di una chat sono quasi sempre buie, la luce dello schermo proviene da tutto intorno e il loro buio cerca appunto di arginarla tutta, quella luce stancante, fredda e noiosa.
    Sperando quindi nella seconda ipotesi gli risposi che è assurdo bere da soli,” non ha senso perdere i freni inibitori quando non c’è nessuno che ti crea de le inibizioni” replicai. In realtà sapevo benissimo cosa intendesse come chiunque si sia preso una sbronza anche solo nell’angolo di una festa. Sapevo perfettamente il significato della parola autodistruzione che continuava a ripetermi, quel disperato bisogno di piangere che invece di esternare con una serena frignata cerchi di spegnere bevendoci su. Ricordavo benissimo la disperazione fumosa di quei momenti, c’è sempre un attimo in cui ti accorgi che ti stai facendo male e allora bevi un altro pò. Fu per oppormi per l’ennesima volta a lui che cercai di contraddirlo, o forse per oppormi ancora al secondo principio della termodinamica, che ci vorrà tutti allo stesso livello di entropia un giorno. E non gli lasciai finire di raccontare di quando vomitò per tutta la via, perchè forse avevo paura di non farcela neanche sta volta contro simili potenze della fisica.
    Mi sollevò alla fine la contraddizione del suo racconto grande quanto la speranza, quando una mano gli porse un fazzoletto per asciugarsi.

  3. FiocoTram

    >ma un post è lo specchio dell’anima?

    A me pare molto di piu’ un gioco di sguardi. Il post ti guarda,tu guardi il post. E’ l’occhio di entrambi i soggetti che gioca un po’ troppo col riflesso.Allarga, rimpicciolisce,distorce.
    Ma siccome io sono un bambino,rido.

    >”specchio riflesso” non lo dicevo manco da >piccola,lo trovo stupido.

    Si’,anch’io.

    >e non ci credo alla cosa dei 7 anni di >disgrazia,ma fortunatamente non ho mai rotto >uno finora.
    L’unica cosa che temo sul serio nel rompere uno specchio e’ non riuscire a raccogliere tutti i frammenti. E se poi un pezzo del mio riflesso imprigionato in un frammento di vetro finisce negli occhi di qualcuno?

  4. Nimerya

    diciamo che mi sono specchiata in questa tua riflessione.
    non che mi rispecchi completamente,perchè a volte sono molto brava ad arrampicarmi sugli specchi.
    ma un post è lo specchio dell’anima?
    specchio specchio delle mie brame,sono io la più cogliona del reale.
    “specchio riflesso” non lo dicevo manco da piccola,lo trovo stupido.
    e non ci credo alla cosa dei 7 anni di disgrazia,ma fortunatamente non ho mai rotto uno finora.
    -_-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...