Allarme gelo: difendiamoci!


Il grande freddo siberiano sta per colpire il mondo intero: ecco i consigli di FiocoTram per affrontarlo al meglio

A cura di Jack Torrance

(ANSIA) – BOLOGNA, OVERLOOK HOTEL, 29 gen– In questi giorni in tutte le fermate d’autobus e i bar del pianeta vecchietti seminudi con barbe lunghissime  lo ripetono senza sosta: dopo aver stretto in una morsa di gelo l’intero sistema solare, IL Grande Freddo Siberiano sta arrivando anche da noi.
Secondo le previsioni dei medium di tutto il globo a partire da questo fine settimana il termometro potrebbe scendere anche a -10 gradi, sotto l’impulso delle gelide correnti provenienti dalla Siberia e dei venti di bora, le quali  irrigidiranno l’aria e congeleranno le uniche specie di dinosauri ancora esistenti.
Al di là della sensazione di freddo al naso, il gelo rappresenta un pericolo per la nostra  voglia di divertirci in modo sano?
Lo abbiamo chiesto al dottor FiocoTram, che tutti definiscono un brav’uomo.
” Non voglio alimentare false speranze, senza dubbio il freddo intenso si rivelerà fatale per tutti noi. Tuttavia,  proteggendosi in modo adeguato, se non altro si potrà morire con dignità e con colori coordinati.
Le persone davvero in pericolo comunque sono quelle che vivono in condizioni disagiate, con scarse possibilità di procurarsi il cibo: gli edicolanti, ad esempio” .
“L’alimentazione rappresenta, come sappiamo, una delle prime cause di discriminazione fra esseri viventi: coloro i quali in questi mesi hanno seguito l’esempio dei pinguini, rivestendo progressivamente il proprio tessuto  sottocutaneo con uno spesso strato  adiposo, inizieranno a vendicarsi di tutte le persone eccessivamente magre, che espongono le loro fragili ossicine a rischi di maggiore raffreddamento, con conseguente ragilità e rischio di rottura.

Teoricamente una persona sottopeso, facendo tesoro della propria agilità, potrebbe comunque avere la meglio. Sventrare un obeso rappresenta la concreta possibilità ditrovare alloggio  nel suo corpo, tramutato in rudimentale igloo di carne.

Tale carcassa può fornire a un magro un comodo e imbottito riparo, dentro il quale nutrirsi dei tessuti interni e bere sangue caldo, nonché continuare a esercitarsi nel sudoku e nei test d’assunzione delle agenzie di somministrazione.

Questo discorso ci porta a una nuova questione: quali sono le  più frequenti abitudini  durante il gelo?

“Il freddo comporta un’eccessiva perdita di stima in  sè stessi, poichè rende  pallida la carnagione e violacee le labbra.
Il cervello quindi consuma parecchia energia nel tentativo di rassicurarci sul fatto che NON siamo morti” .
FiocoTram passa quindi a illustrare le possibili soluzioni:
“Un quotidiano allenamento davanti allo specchio, facendo le boccacce, potrà  rimettere in moto la circolazione e ridarci il controllo delle nostre emozioni senza costringerci a sorrisi forzati dati dalla paralisi facciale” .

E in casa come dobbiamo comportarci?

“La cosa più importante è evitare sbalzi di temperatura eccessivi”, consiglia  il nostro Fioco «Il recente monito del Ministro della Attività Produttive di ridurre la temperatura nelle case per far fronte alla crisi energetica in realtà può essere utile anche a livello medico: il congelamento è un’ottimo toccasana per prevenire la morte.
Preso a piccole dosi, magari infilando una mezz’oretta  al giorno la testa nel frigorifero, può predisporre alla vita eterna.
L’unico problema è che, vivendo a lungo, ci si potrebbe annoiare.
A quel punto, spiega il Ministro delle Attività Produttive, ci si può ibernare tranquillamente nel congelatore per due o tre orette, facendo però attenzione a farsi scongelare in tempo per seguire i programmi tv in prima serata.
Per lo stesso motivo è consigliabile dosare la temperatura dell’acqua con cui ci si lava in modo che  favorisca la voglia di canticchiare.
Canticchiare è un ottimo modo per distrarsi, specie nel caso in cui qualcuno,  una volta entrato nella doccia assieme a voi, pretendesse  di fare sesso, cercando di indurvi a sprecare preziose riserve di calore.
Il calore è vostro, nessuno deve portarvelo via.
La sensazione di scaldarsi quando qualcuno vi vuole bene  in realtà è solo illusoria, poichè  l’amore e l’affetto impiegati per gli altri  inducono a consumare rapidamente energia termica che potreste benissimo utilizzare per grattarvi nelle parti basse” .

Contro il freddo, insomma, non bisogna mai abbassare la guardia.
Attenzione, però, agli errori provocati dai luoghi comuni: uno su tutti quello di credere che un bicchierino di grappa sia l’ideale per scaldarsi.

“Uno solo non basta. Ne servono come minimo tre o quattro” .

Annunci

5 thoughts on “Allarme gelo: difendiamoci!

  1. utente anonimo

    Mah, alla fine gira e rigira pure qui le solite chiacchere di circostanza: “che tempaccio fuori”, “dove andranno le anatre di inverno”, “hai sentito che stronzo il ministro” etc. etc. 🙂 (no scusa ma troppi complimenti… e poi ti monti la testa)
    Daniele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...