Le avventure di Fiocotram primo

Fiocotram, studente alla ricerca di passatempi che lo distolgano dallo studio, si dirige in libreria. Nota una copia del nuovo libro di Palahniuk e parte il solito noioso ritornello mentale:"Lo compro, non lo compro, devo ancora pagare l’affitto, lo compro, no… lo compro, basta. Mi merito un regalo per tutti gli esami a esito positivo che devo ANCORA dare." Il tomo costa quindici pertiche. Chiede alla commessa se c’è un’edizione tascabile, scontata, insomma per poveracci. La commessa gli indica una fila così di tomi scontati. C’è di tutto, dalle barzellette di Totti a Stephen King, ma il MIO librozzo no. Devo pagare le quindici sberle e aspettare la prossima finanziaria per avere una detrazione. Mestamente si dirige a pagare sentendo il portafoglio già più leggero. La commessa gli fa: sono dieci euro. Paga. Si gira e gli appare la Madonna. "Ragazzo, non ti azzardare a fare quel che stai facendo. L’industria editoriale è in crisi e TU fai la cresta approfittando della distrazione di una lavoratrice?E volevi fare lo scrittore? Torna indietro subitooo!" Torna alla cassa. "Ehm senta, so di stare facendo una figura da pirla a dirle quel che le sto dicendo, ma poco fa la sua collega mi aveva detto che il libro costava quindici, non dieci." "Ah, ma…ah… sì, è vero… questa era un’altra collana, non scontata…" Arrossisce. Si guardano entrambi senza sapere che fare. Lo scontrino già battuto svolazza minaccioso. La sua responsabilità emerge comunque, dato che sullo scontrino compaiono i quindici euro del costo originale, più la detrazione battuta a mano da lei, e totalmente errata dato che su quel libro non c’era lo sconto. "In effetti solo ora mi rendo conto che potevo starmi zitto…" "Eggià…" "Senta, facciamo così. Io metto questa nota sullo scontrino, visto che si possono fare gli sconti per i parenti o gli amici di chi lavora nella libreria,

                                                  questa si che è una notizia succosa, il vostro vicegabibbo ha scoperto un’altra magagna della  nostra corrotta società

lei mi paga un euro in più e io faccio finta che il libro me lo ha comperato un mio amico e gli ho levato quei quattro euro che ci è consentito praticare come sconto ai nostri amici." Fiocotram ha quindi risparmiato ben quattro euro, che conserverà gelosamente nel porcellino salvadanaio e che donerà al suo comune di residenza nel caso Berlusconi vincesse le elezioni e volesse davvero tagliare l’ICI.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...