Ultime letture, qualche segnalazione veloce…
Steel Ball Run   si sta rivelando una figata pazzesca: già l’idea della corsa di cavalli nel Far West  potenzialmente può portare chissà dove. Poi Araki  è un maestro nel tratteggiare i personaggi, la famiglia Boom Boom coi loro scambi di battute fanno crepare dalle risate :"Sei proprio un deficiente!Sei tale e quale a quella sgualdrina che ha abbandonato la famiglia per andare a fare la puttana!" "Ma la nostra mamma è una cicogna, vero?Me l’ha detto il fratellone…ha detto che siamo figli di una cicogna!Ma allora io assomiglio a una cicogna?!"
Sembra siano presenti sia gli stand che la tecnica delle onde concentriche, e forse fra i concorrenti c’è un’assassino.

Solito cross-overone estivo tra supereroi Marvel: ‘House of M(la Casata di M, che sarebbe Magneto)

In pratica Scarlet , figlia di Magneto col potere di alterare la realtà, impazzisce del tutto e crea l’ennesimo mondo alternativo dando a ogni personaggio Marvel quello che desiderava nel suo inconscio.
E succedono delle vere e proprie bastardate: ad esempio Spider-man è sposato con la sua ex, l’indimenticata Gwen Stacy, mentre la povera MJ è in giro a fare l’attrice.
Wolverine è l’unico a ricordare la vecchia realtà, dato che il suo più grande era appunto quello di non avere
mai più amnesie di nessun genere. E così, al secondo numero, si delinea già una specie di controffensiva guidata da umani ribelli e da Wolvie.

Azione, narrazione decompressa, dialoghi moderni e qualche buona ideuzza, anche se è da quando avevo nove anni che vedo realtà alternative(tranquilli, non solo nel mio cervello) ed è un’espediente narrativo che definire stra-abusato è un eufemismo.

 Sul numero ‘House of M’ degli X-men c’è una storia del ciclo Milligan, in cui pare che i personaggi non abbiano altro da fare che rinfacciarsi le reciproche perversioni psichiche mentre giocano al tiro al bersaglio con spore aliene.

Parliamo invece di roba seria: ho letto un altro volume del fumettista jason, quello di Ehi, aspetta,
in pratica un genio del fumetto muto.
Vignette geniali e poetiche, che analizzano tutti gli aspetti più beceri e invincibili della solitudine e dell’abbandono, seguendo le vicende di un corvo antropomorfo che semplicemente vive, ama, si scotta, riprende a sperare, si arrende, si rialza, e poi come tutti cede il passo quando arriva il suo momento. Amori, nascite, crescita e allontanamento dei figli…il destino assume le sembianze di un avvoltoio antropomorfo o un’esercito di avvoltoi che sta sopra una torre e osserva tutto in modo indifferente. Scioccante la storia della Morte in persona che vive accanto al protagonista, mangia assieme a lui, lo segue a ogni passo, quasi fossero vecchi amici, versando persino lacrime per lui nel momento in cui muore… per poi allontanarsi e seguire un altro tizio, in un ciclo eterno.
Il volume si chiama ‘Shh!’.

 Altro fumetto intimista molto carino di Micheal Rabagliati si intitola Paul ha un lavoro estivo
.Anche qui vicende di persone comuni raccontate con grazia e semplicità, che hanno come pretesto narrativo il processo di maturazione di un ragazzotto borioso e pusillanime all’interno di un gruppo di animatori di una colonia estiva. Una lunga sequenza di esperienze, emozioni, amori.

Su Rat-man nel frattempo Leo Ortolani ha imbastito l’ennesima saga piena di complicati rimandi narrativi sul suo ormai ben strutturato universo. E’ ovvio ormai per tutti che il Ratto non è più un fumetto comico da spiaggia ma un complicato esempio di ‘opera d’autore’ con parecchi livelli di lettura. Il suo successo è paragonabile al Dylan Dog dei tempi d’oro, entrambi sono fumetti che valgono parecchio più della loro fama di opera commerciale. Tranquilli, le battute ci sono, e vi cito qui le più geniali:
 "Perchè ci fermiamo all’autogrill?(per la serie, dubbi esistenziali da non sottovalutare^^)"
 "L’uomo invisibile, nessuno l’ha mai visto davvero! Solo Cinzia può dirci qualcosa di lui: "Di solito si alza al mattino prima di me".
"Andiamo Brakko, voi negri vedete sempre tutto nero".

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...