Adoro il melodramma e gli intrecci familiari complicati, sono particolarmente sensibile ai problemi pratici chi si ritrova con  un cadavere in casa, bramo le scene intense, consumate tra scambi di primi piani in ambienti domestici e familiari, e soprattutto applaudo al  cinema che guarda alla quotidianità con occhio avido, riflettendola nella sua pupilla elettronica sotto forma di vera arte.
Tutto questo,immerso nello scenario di paesini spagnoli sferzati dal vento incessante che prima spazza via e poi riporta sulla pelle tracce di ricordi del passato, si trova in quest’ultimo lavoro di Almodovar, pieno di personaggi femminili dall’animo contrastato ma dalla grande forza d’animo, dolci eppur terribili nella loro ricerca di affetto, stabilità e un caldo focolare in cui rifugiarsi. Donne solidali tra loro, peggio di una canzone di Grazia di Michele, tolleranti con le debolezze sentimentali ma tremende e vendicative quando si sentono tradite e oltraggiate.
Almodovar guarda all’universo femminile con una devozione quasi religiosa.
Difatti in questo film di uomini non ce ne stanno, e se ce ne stanno sono solo loschi figuri dallo sguardo ebete perennemente arrapati, adulteri incalliti, oppure ubriaconi falliti.
Ma davvero per noi poveri maschi non c’è più speranza? Ai vostri occhi saremo sempre o stronzi o imbecilli? Una mezza via è possibile, cerchiamola insieme^^

Ad esempio, che ne dite di ‘Adorabili mentecatti?’

Molto passionale e volutamente da ‘eroina melodrammatica di vecchia scuola’ l’interpretazione della Cruz.
Che canta, pure.
Che volevate di più?
Che non avesse cantato proprio?
Beh, non si può avere tutto dalla vita.

Annunci

8 thoughts on “

  1. FiocoTram

    Infatti io non sono mai stato davvero Fiocotram.
    Ero la sua mamma, e siccome mi mancava tanto, ma tanto tanto, un bel giorno ho deciso di travestirmi come lui, imitando la sua parlata e la sua camminata.
    Giorno dopo giorno, ci ho preso sempre più gusto, e persino il mio stesso corpo ha iniziato a trasfigurarsi.
    Mi è spuntato pure il pisello, quindi in sostanza adesso è tutto uguale a com’era prima che morisse.
    Riprendiamo perciò la stesura di questo blog, come se niente fosse accaduto.

  2. utente anonimo

    Torni vero? Giusto che torni? Eh?
    Va’ che il blog langue e lancia vibranti e lancinanti urla di dolore provocate da assenza prolungata (anche se giustificata) 😉

    st3_d

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...