La cosa che salverà l’universo

Tanto tempo fa, quando avevo solo quattordici anni ed ero solo un ragazzino, morì il papà di un mio compagno delle Medie. In modo improvviso, mentre guardava la tv. Questo per chi dice che la tv degli anni Ottanta-Novanta era meglio di quella di adesso.  Io e due o tre dei miei amici di allora ( tutta gente persa lungo la strada) , che mi avevano seguito dalle Medie fino al Liceo, decidemmo di far visita al nostro ex compagno. In Sicilia c’è l’uso di ritrovarsi centinaia di parenti a casa, quando muore qualcuno. Quella casa sembrava un incrocio tra i funerali all’americana, con i conoscenti del defunto che si divertono  a ricordarlo, e qualcosa di più paesano e tradizionale. Noi amici invece andammo nella camera del padre del mio compagno, assieme a lui e al fratello piccolo. Quest’ultimo aveva preso i suoi giocattoli e ce li voleva mostrare.  Nella stanza ci stava un letto, ci sedemmo tutti lì. Il nostro compagno, sorridendo, ci spiegò che su quel letto era morto suo padre, chiedendoci se per noi era un problema, ma dicemmo di no.

E insomma, alla fine prendemmo i giocattoli  e iniziammo a giocare tutti insieme. Facemmo una battaglia coi robot, io ricordo di essermi legato in testa la fascia rossa da karateka, andando tranquillamente in giro per casa conciato in quel modo.

Ogni volta che penso a cosa potrebbe salvare l’universo dalla distruzione non ho dubbi: mettersi a giocare.

Annunci

9 thoughts on “La cosa che salverà l’universo

  1. andreapalermo

    il più grande eroe è colui che riesce ad essere se stesso
    credo che la differenza fra adulto e bambino è quella che l’adulto è chi non ha la rpotezione che un bambino ha dai genitori
    però è vero che è labile come concetto

  2. FiocoTram

    Bisogna solo fidarsi del proprio naso. Di fronte alla tirannia dei tempi moderni, col loro uso ed abuso degli occhi e delle orecchie piene di cerume, io uso la lingua e il naso.

    ” Io credo nel naso, nel naso io credo” .

    Annusati, se abiti dentro una bara o emani fetore di decomposizione, significa che sei morta. E quindi sei diventata adulta.
    Chiudi gli occhi e lasciati marcire, affinché i tuoi batteri possano finalmente vestirsi eleganti e festeggiare la maggiore età.

    In caso contrario, torna a giocare. E’ il tuo turno di contare fino a dieci…

  3. mAvRiN

    Ma sarà poi possibile rimanere bambini?

    E poi comunque, tutto questo essere “adulti” è poi relativo. Chissà che vordì in realtà.
    Intanto noi giochiamo comunque, sperando in bene. ;P

  4. FiocoTram

    Credo che non mi interessi diventare adulto. Imparare sì, affrontare le mie paure, fare meglio le cose, questo sì.
    Ma non voglio diventare adulto.
    Diventerò adulto quando sarò morto.

    Solo i bambini sanno giocare e divertirsi come si deve.

    Se la guerra è in noi, è stupido allontanare le nostre stesse pulsioni. Possiamo invece accettarle, affrontarle e poi purificarle, giocando. Le guerre di oggi sono organizzate da adulti, figuriamoci se uno abituato a far soldi sa come si gioca davvero.
    Una prova di questo è che chi sa giocare bene a Monopoli non diventa mai ricco nella vita reale.
    Anzi, secondo me non esistono neanche adulti e bambini.
    Esiste la gente viva, e quella che è morta.
    Poi purtroppo nella nostra società chiamano bambini quelli che sono vivi, e adulti quelli che puzzano di cadavere, ma è un errore semantico.

    Sto già segnalando da anni questo errore all’Accademia della Crusca.

  5. andreapalermo

    marco ho pensato leggendo iil tuo post (che il pezzo della tv di qualità mi ha fatto sorridere) che quello che dici non è giocare ma rimanere bambini, perchè se pensi il gioco che avete fatto è quello dei robot – cioè una guerra
    la guerra è in noi
    finchè siamo bambini non ammazziamo nessuno
    quando cresciamo si

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...