Il dio della bisboccia

 Bacchus ha lo sguardo lucido e la sincerità di un uomo che ha vissuto tantissimo, e l’ironia del consumato bevitore. Bacchus, pur amando mescolarsi a uomini, belle donne,poesia e taverne,non è un semplice essere umano,ma il dio del vino e dell’ebbrezza in persona, forse il più caro e vicino agli uomini. Così come  succede agli uomini, anche lui si ritrova addosso  i segni del tempo.  Perché anche ‘l’immortalità non è per sempre ‘ . Un fumetto del tutto particolare, graffiante, ma che poetico, in modo sgraziato, come può esserlo la saggezza di un ubriacone. In Italia vengono presentati, aperiodicamente, i volumi che raccolgono cicli particolari delle sue avventure, scritte e disegnate dall’originale artista Eddie Campbell  Nei primi tre volumi  si mescolavano in modo esilarante i conflitti e le rivalita’ tra dei ed eroi calati in un contesto da romanzo gangster, con echi di Tarantino, in cui il dio della bisboccia  cerca  di avere un  regolamento di conti con Joe Theseus ( il Teseo dei miti ), mentre  il bizzarro gangster  Eyeball kid ,  che ha distrutto l’Olimpo e rubato il fulmine a Zeus, tenta di carpire a quest’ultimo il segreto dell’immortalità.  Il quarto (che presenta la miniserie Deadface:doing the islands with Bacchus) ci si concentra su storie brevi,narrate dallo stesso Bacchus a zonzo per le isole del Mediterraneo con l’amico Simpson e il dio Hermes. Si alternano per pagine e pagine le   scappatelle di Zeus,  le scaramucce e grandi vendette fra dei ed eroi,ci parla della nascita dell’universo e quella degli abiti e della moda…  fino a narrarci una personale  e tristissima versione del mito del Minotauro. Nell’ultimo uscito finora, ‘Le mille e una notte di Bacchus’ , lo stanco e assonnato dio decide di prendersi una pausa nel suo pub preferito, mentre gli avventori fanno a gara nel raccontargli una storia a testa, e farlo restare sveglio il più possibile, per prolungare l’orario di apertura. Alla fine del volume, il pub è sull’orlo della chiusura, e gli avventori si mettono d’accordo per dichiararlo uno ‘stato indipendente’, ovviamente col sonnacchioso dio della bisboccia come monarca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...