A Scanner Darkly

Un oscuro scrutare. Philip K. Dick, nel racconto originale, mescolò abilmente la paranoia del controllo governativo e  le esperienze  con le sostanze stupefacenti, narrandoci una storia nata per ricordare gente che " pagò i propri errori troppo duramente". Questo film di Richard Linklater si concentra maggiormente sul rapporto tra identità personale e ossessione del controllo.

In un mondo in cui si è disposti a rinunciare alla propria libertà per sentirsi sicuri, i personaggi del film decidono di abbandonare persino la percezione di se stessi. Abbiamo quindi un personaggio che arriva a spiare se stesso e  i suoi amici, i quali lo spiano a loro volta, manovrato da agenti governativi che per controllare i propri sottoposti non esitano  a usare la cosidetta sostanza m (morte), simbolo del perverso rapporto tra commercio delle droghe sintetiche, malavita e contatti governativi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...