I figli degli uomini ( di Alfonso Cuaron)

Agli inizi del Novecento la fantascienza veniva chiamata " Narrativa d’Anticipazione ". Il mondo era una sorgente di misteri non ancora svelati, dinosauri, tesori nascosti. Tutto andava per il meglio, la scienza poteva assicurare benessere ai cittadini del mondo progredito, e forse non era lontano il giorno in cui si sarebbe potuta ottenere la vita eterna. Adesso invece, dopo aver esplorato fuori dai confini del sistema solare, frugato dentro noi stessi, non rimane più nulla. La fantascienza di oggi riprende le previsioni catastrofiche degli scienziati in merito alle variazioni climatiche, le future pestilenze, le carestie, e li trasforma in spettacolo, per una platea cinica e disillusa, senza voglia di lottare, consapevole che quelle fosche previsioni sono parecchio vicine alla realizzazione, ma determinata a fregarsene. Questo film di Cuaron,  il cui protagonista è un bravissimo Clive Owen, e ambientato in una Londra lacerata dallo scontro tra pattuglie militari anti-immigrati e ribelli, partendo dall’ipotesi di un futuro in cui gli esseri viventi saranno condannati alla sterilità ( un mondo senza più bambini, e quindi, senza un briciolo di Domani da sognare ) riesce, nonostante i toni cupi, disperati e claustrofobici, a parlare alla parte più nascosta in noi. Da uomo, ho vissuto la pellicola con un senso di angoscia, ma anche con una profonda, positiva incazzatura e voglia di proteggere ciò che è davvero prezioso. Il film è girato con un sistema di riprese parecchio complesso e innovativo, che rende le numerose scene ambientate all’interno di campi di battaglia, lager nazistoidi, e luoghi colpiti da attentato, ancora più agghiaccianti e realistiche. Forse il finale, dai toni incantati, romantici, ma anche un po’ onirici, stride un po’ col perfetto realismo del resto della pellicola.

Annunci

2 thoughts on “I figli degli uomini ( di Alfonso Cuaron)

  1. FiocoTram

    Motivi della sterilità: beh, la sterilità costituisce semplicemente lo scenario, l’incipit del film… spiegarla a che servirebbe? E’ la lotta militari-ribelli a muovere gli eventi del film, non certo un presunto mistero sul perché di questa sterilità.
    Consideriamola una specie di epidemia collettiva e inarrestabile.

    E poi: il tipo e Jules una volta stavano insieme, avevano persino avuto una bambina, anche se la gravidanza non fu portata a termine. Il suo rifiuto iniziale a me sembra una specie di reazione indispettita. Insomma, si incazza un po’ ma alla fine l’aiuta lo stesso, perché si amano, perché ogni volta che la rivede perde la testa, perché c’è ancora sintonia, insomma, quelle cose lì.

    Poi vabbé, i motivi per cui rischia la vita per la donna nera si possono riassumere in: conservazione della specie.
    Anche i militari smettono di combattere appena vedono quel bambino… non agiscono più razionalmente, ma in base all’istinto animale. Siccome la conservazione della specie umana è più importante di tutto il resto, ogni identità e motivazione personale si annulla.
    Con o senza quel bimbo gli uomini sono condannati ad autodistruggersi fra loro, ma in ogni caso qualcosa dentro di loro li spinge a preservare comunque i semi della propria razza.

  2. Henrietta

    ciao, non ho avuto la tua stessa impressione positiva su questo film. A me è sembrato troppo evidente il ritmo ascendente delle complicazioni che i protagonisti incontrano lungo la strada. Non mi è parsa una narrazione fluida, insomma. Poi secondo me lascia lo spettatore insoddisfatto non spiegando il perchè della sterilità collettiva, e il perchè nel film invece succede quello che succede. E un’altra cosa che non mi è piaciuta, da una scena all’altra, senza motivo, Theo prima rifiuta e poi accetta di aiutare Julia e i pesci, ma non si capisce perchè, cosa succede per motivarlo dal no al sì in quei due minuti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...