Chiama piano.Socchiudi le labbra,inocula lentamente le sillabe del mio nome,dentro un sospiro più leggero
del vento,trasfuso nelle mie ossa,che possa separarmi dai rumori della città.
Costringi la fantasia dentro umide e anguste brame,lo sguardo che sbatte contro un orizzonte costellato da brutti palazzi color verde pisello o rosa salmone. Scendi in strada, piuttosto, affronta i Samurai di Latta che ti sbarrano la strada. Sul terreno si propaga l’ombra nera delle ali che cercano di ghermirti, corri veloce, non farti acchiappare.Vibra la danza del tuo corpo, falla scivolare tra le ordinate e compatte molecole di acciaio e cemento,come una piccola verità che serpeggia tra ingombranti bugie.
Sopra il disegno di una piccola stanza, una matita invisibile ha aggiunto due piccole ombre che si incontrano.
E poi, dissolvenza.

Annunci

One thought on “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...