Sweeney Todd, il Diabolico Barbiere di Fleet Street

C’è un uomo triste e cupo, in cerca di vendetta, e una donna lugubre, romantica e un po’ pazza, dalla scollatura ipnotica. I due fonderanno una proficua attività imprenditoriale ispirata da sacri valori quali la vendetta e la cucina tradizionale inglese ( pasticci di carne, nella fattispecie ). Poi ci sono i vicoli di Londra, oscuri, caliginosi, ma anche sporchi e pieni di blatte.
Puro frastornamento visivo, gioioso divertimento splatter, un balletto di personaggi crudeli e di sangue che scorre a secchiate.  Molto più nero,e soprattutto molto più rosso, rispetto a  Sleepy Hollow.  Una cosa è certa: alle prese con i macabri personaggi del musical composto da Sondheim,  il regista Tim Burton sembra trovarsi molto più a suo agio, rispetto ai Pianeti delle Scimmie, alle Fabbriche di Cioccolato, e alle Spose Cadaveri.
Depp, ma soprattutto la Bonham-Carter, fanno un ottimo lavoro. Convince poco invece il modo in cui Burton e gli attori affrontano la parte musicale del film. Non tutti  cantano in modo gradevole, e le varie parti cantate spezzano un po’ il ritmo della vicenda. La storia alla base di tutto poi è parecchio esigua. Ampiamente prevedibile. Ma, se non altro, le promesse vengono mantenute parecchio bene. Scene migliori: il sogno-delirante-romantico della Bonham-Carter, il tango rovente tra i due, e il confronto finale di Todd con la sua nemesi.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...