Dreams of the nursery the cell

Una mia vecchia conoscenza torna a trovarmi. Andiamo un po’ in giro.
Parlo di un libro che ho letto, mi dichiaro disposto a prestarglielo, ma rifiuta.
Ci rimango un po’ male, ma non dico niente. Verso sera, torniamo nella palazzina in cui abito.
L’entrata che uso di solito però è bloccata, bisogna usarne un’altra.
Ci mettiamo in fila con gli altri condomini, ma nessuno di noi riesce più a orientarsi il pianerottolo, i nomi sulle porte, i numeri, persino le piante ornamentali, tutto sembra diverso. Il mio appartamento è posto dentro il parcheggio interno della palazzina, nel quale ci sono anche alcuni negozietti. Io abito proprio di fianco al tabacchino. Inizio a chiedere informazioni agli altri condomini, sperduti quanto me. Magari non tutti  i condomini si ricorderanno dove abito, però forse qualcuno sa come arrivare al tabacchino.A un certo punto mi volto: la persona che stava con me è scomparsa. Pensavo mi stesse dietro, ma l’ho persa. Forse si è stufata, e se n’è andata via.
Alla fine riesco, non so come, a trovare il mio appartamento. Accendo il computer, vado sui soliti siti che frequento, vedo commenti o discussioni a cui non posso partecipare, perché sto troppo in ansia per  le sorti di chi stava con me. Prendo il cellulare, cerco di fare il suo numero, ma  non ci riesco, perché  i tasti cambiano di continuo forma e colore. Poi viene a farmi visita uno dei vicini di casa. Mi mostra un  telefono cellulare, trovato in giro per il palazzo, e chiede se è mio. Io ho paura che possa essere quello della mia vecchia conoscenza. Se davvero fosse così, non so più come rintracciarla.  E’ anche vero però che potrebbe anche non essere il suo. Dopo tutto, ricordo a malapena che forma abbia. Rimango perciò con la mano protesa a mezz’aria, incerto se afferrare o no il telefonino,  in  una situazione di stallo.
Annunci

3 thoughts on “Dreams of the nursery the cell

  1. 3m4

    mutaforma d’un mutafioco …
    io ho la fortuna di vivere al numero 10 di un appartamento qualunque … così leggendo le porte arrivo al 10 e leggo IO … e di norma ritrovo casa … anche se forse talvolta vivo nel 10 di qualcun altro 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...