Quando il fiume di pensieri mi conduce davanti al niente, c’è una canzone che mi copre dalla pioggia.
 
Correvamo senza strade, per abbracciare il cielo. La magia erano i giorni  dell’infanzia che ci avevano negato.

Qualche volta il tempo, qualche volta la notte, il mondo si spoglierà, lasciando la tua bellezza. Nessuna luce sarà abbastanza forte da poterla coprire.

Nuvole calde di domande e risposte sospese a mezz’aria che attendono sulla tavola, nel primo mattino. Il sapore del caffé. Il senso che cercherai di dare alle cose.

Nella mia battaglia notturna per uccidere le cose fredde, lascerò scivolare via pezzi lucenti di anima, perché tu possa seguire la  strada anche nel cuore della notte più nera.

Incapace di sapere cosa, abbastanza vicino da sussurrarti perché.

Quando hai ancora gli occhi chiusi, e sei abbastanza bambina da essere cullata, senza paura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...