Pensieri rossi

"Dio me lo immagino come un pensiero rosso.
In mezzo alla testa ha una fiamma, che gli fa capire tutte le cose del mondo".

"L’altra sera ho sognato il diavolo.
Aveva i capelli biondi, come me, ed era tutto rosso. In fondo invece era tutto bianco, come i fantasmi, e non aveva i piedi. Io avevo paura, poi mi è passata.
Però pure lui era spaventato. Gli ho chiesto: "Ma tu… fai le cose cattive?"
E lui voleva rispondere, ma dalla bocca gli uscivano solo dei cerchietti di colore blu, e dalla testa usciva un pensiero rosso, a forma di nuvola. Un pensiero malvagio, che diceva:
"Se acchiappo Dio lo faccio a polpette, se acchiappo gli angeli gli do fuoco al sedere!".

(Chiara, una bambina)

Annunci

6 thoughts on “Pensieri rossi

  1. FiocoTram

    >Qual’è il libro?

    Non mi ricordo proprio.
    Ho trovato il libro in biblioteca, l’ho sfogliato fino a un certo punto e ho appuntato alcune cose… ma tra le cose che ho scordato di appuntare c’è anche titolo e autore del libro:(
    Se riesco a ritrovarlo ti faccio sapere.

  2. hunappygirl

    ho visto…interessante (anche il disegno)… Hai ragione, sia sui ruoli fin troppo codificati che sulla necessità di essere più “terreni” (e il nostro caro demonietto non è forse il signore della terra? “Sono un umanista” diceva in un celebre film), mi interessano molto però le tue considerazioni, in verità mi colpiscono spesso.
    Qual’è il libro?

  3. FiocoTram

    Il disegno era pressappoco così:

    E’ stato facile riprodurlo, perché era molto essenziale, quasi uno scarabocchio.
    Ma è affascinante, nella sua semplicità dice un sacco di cose.

    Peccato non ricordarsi il titolo del libro.

  4. FiocoTram

    Beh, ho paura che il ruolo paterno e quello materno siano entrambi abbastanza sopravvalutati, così come la differenziazione sessuale.
    Poi ognuno si regola secondo esigenze, ma personalmente se credessi davvero in Dio mi aspetterei qualcosina di più…

    Per quanto riguarda il Diavolo invece credo che in certi momenti della nostra vita sia salutare esserlo, o immaginarsi di esserlo.

    Per quanto invece riguarda la Chiara delle frasi riportate, si tratta di una bimba dall’immaginazione molto interessante, di cui parla un libro sulla psicologia infantile che ho letto di recente.

    Al di là di queste frasi, per me abbastanza affascinanti nel loro simbolismo grafico, c’era tutta una serie di disegnini bellissimi.
    Peccato che non si possono riportare.

    C’era un omino col cuore rappresentato/immaginato come una specie di cornetta del telefono, e i battiti erano gli squilli.

    Poi c’era una sorta di autoritratto di Chiara, in cui si disegnava con due enormi e folte trecce ai lati della testa.
    Una delle trecce copriva interamente la bocca, e del viso lasciava scoperti solo gli occhi.

    Poi, come già detto, Chiara è un nome bellissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...