Dreams of the Nursery Superman

Sto cadendo nel vuoto, ma davanti a me c’è Superman.

Provo quindi  l’improvviso desiderio di volare come fa lui. Inizio a realizzare che l’aria in fondo  non è altro che una sorta di mare non-solido. Per cui, muovendo le braccia in stile libero, riesco a fluttuare sospeso, senza cadere. Ma Superman è ancora lontano: muovendomi in quel modo riesco ad avanzare lentamente, spostandomi in avanti solo di qualche metro. E così decido di provare a fare delle ampie bracciate, stile farfalla. Ciò mi fornisce la spinta necessaria per volare ad una velocità decente.

Tornato dagli amici, inizio a vantarmi di questa mia capacità. Mi sento felice di aver appreso un’arte difficilissima come quella del volo, che solo pochi privilegiati conoscono. Quando però mi viene in mente di fare un altro volo di prova, per mostrarlo agli amici, un pensiero mi blocca improvvisamente.  Come diavolo fa Superman a lanciarsi in volo verso il cielo, partendo da terra? Nei fumetti, nei cartoni e nei film, di solito gli basta prendere la rincorsa,  saltare, e subito il suo corpo schizza come un missile verso le nuvole. A me invece non riesce. Ogni volta che provo a saltare mi sollevo soltanto di poco, e le braccia non bastano a mantenermi in aria.

Per cui penso: "E adesso come faccio? Mica posso buttarmi dalla finestra ogni volta che mi va di volare!".

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...