Dreams of the nursery Private

Tornando a casa, scopro che dei militari stanno dipingendo delle strisce rossastre nel posto dove parcheggio solitamente la macchina. Chiedo cosa succede, e mi viene risposto in malo modo che è in corso un’emergenza. Una calamità naturale sta per invadere il paese, e i militari sono stati mandati a presidiare ogni abitazione, per impedire che gli abitanti si abbandonino a gesti inconsulti. Io e la mia famiglia iniziamo a coabitare con questi rozzi soldati, che cominciano a comandare e a renderci la vita sempre più difficile. La convivenza scivola sempre più nel baratro della violenza, nonostante avessi comunque la speranza che le cose non andassero troppo a degenerare. A un certo punto mi ritrovo perfino costretto ad assistere agli abusi su mia madre e su mia sorella. E’ quest’ultimo oltraggio a darmi la forza di reagire. Decido di organizzare la nostra fuga: fuori c’è parcheggiata la mia macchina e se riusciamo a raggiungerla potremmo usarla per scappare. Raccomando a mia madre e mia sorella di tenere la testa bassa, perché saremo costretti a non fermarci al posto di blocco, e quasi sicuramente ci spareranno. Mi chiedo se riuscirò a guidare abbastanza velocemente, ma decido di non pensarci e affidarmi all’istinto. Loro mi chiedono quali cose portare via e come organizzare i bagagli. Io ho molta fretta, e gli raccomando di portarsi appresso meno roba possibile. Un po’ mi dispiace per tutte le cose che lascerò in quella casa, ma la sopravvivenza ha la priorità assoluta. Mi immagino i soldati che frugano tra tutti i libri e gli oggetti accumulati in una vita, e percepisco che non me ne frega nulla.

Annunci

2 thoughts on “Dreams of the nursery Private

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...