Da un’attenta lettura dell’oroscopo

Nel weekend, si consiglia di non esagerare col succo di pomodoro: Giove, in trigono con Urano, porterà alla resurrezione del conte Dacula. Per il resto: hai la Luna favorevole, ma a meno che tu non sia un licantropo non significa un cazzo, come tutto il resto. Ma questo non ti giustifica. In quest'ultimo periodo, Mercurio in opposizione ti ha spinto ad essere sempre più critico nei confronti del gratta e vinci e del videopoker. Continua così.
Saturno ti esorta a essere più lungimirante, lo fa più o meno dal 1992, ma tu continui ad ignorarlo. Smettila di ridere, "lungimirante" non è una parola dal suono così buffo per giustificare la tua mancanza di rispetto. Saturno è il sesto pianeta del sistema solare, non è sempre questione di fortuna e di amicizie. A differenza di te, ha lavorato davvero sodo per essere dov'è ora. Anche se è troppo piccolo perché tu possa percepirlo ad occhio nudo, ti consiglierei di ascoltarlo. Perché?  Beh, ogni risposta, come sempre, soffia nel vento. E quindi non si capisce un cazzo.
Per finire, i soliti consigli: copriti bene d'inverno, copriti poco d'estate, ma senza esagerare in entrambi i casi, onde favorire un benefico pungolamento del tempo atmosferico sulle tue reazioni fisiche e mentali. Perché è sempre bene aver presente dove stai, piuttosto che sapere chi sei.

Figure paterne ritagliate dai giornali o da vecchi fumetti, inserite in un collage di colori squilibrati.
Non mi convince mai.
Forse è proprio a questo che dovrei ispirarmi.
Forse aggiungere nuovi colori, ancora più eccessivi, potrebbe placare l'irritazione che ho sempre sentito, quando la maestra ti dava in mano forbici e colla, e poi pretendeva che seguissi un percorso prestabilito.
Non mi convince neanche questo.
Cioè, magari è divertente, ma niente di ciò che diverte dura fino al mattino successivo.
Potrei farvi dozzine di esempi, ma vi voglio troppo bene per rompervi così tanto i coglioni.
Mi piacerebbe  tuttavia che esistesse un paradiso di idee in cui ritrovare. Riconfermare.
Chiedere, insomma.
Già, dimenticavo! Chiedere. Non è per questo che siamo nati?
Perché dovrei odiarmi, se quello che faccio  perpetua la necessità del dubbio?

Il problema è che una figura ritagliata sarà sempre e soltanto un pezzo di carta.
Mi spiego meglio: nel sogno, mi aggiravo per le strade della città, stranamente ordinata. O forse improvvisamente stavo rimpicciolendo, ed era diventata  troppo grande  perché riuscissi a osservarne le miserie. Brillava, nelle languide luci della sera. Nell'aria, promesse di patatine fritte, una cosa che non so perché mi ha sempre messo di buon'umore. Tornavo in quella vecchia casa. Li cercavo, ma non c'erano. Tornavo alla mia abitazione, discutevo con mia madre che era stato un errore lasciarli trasferire da un'altra parte. Per cui, mi ripromettevo di andarli a trovare. Mentre rovistavo da qualche parte, cercando indirizzi o recapiti telefonici, mi ponevo domande su come stavano e su cosa stessero facendo. Mentre pensavo così, iniziavo lentamente a destarmi dal sonno.
Soltanto quando ho aperto completamente gli occhi ho realizzato che erano morti.
La cosa che mi sorprende, visto che in altri sogni ero perfettamente al corrente di questa cosa, è la sicurezza con cui la mia testa mi faceva pensare a loro come lontani, ma vivi.
La teoria degli universi paralleli può essere un punto fermo teorico per costruire altre ipotesi, ma non vedo a cosa possa servire per le coscienze che abitano in questo mondo avere la percezione di un'altro universo, che differisce solo per un particolare. Un particolare che solo nel giudizio altrui verrebbe considerato "piccolo". E' come essere sintonizzati verso frequenze radiofoniche totalmente inutili a questa esperienza.

Che stupidaggine, le lacrime.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...